3 min per leggere
Condividi

La scarificazione e la semina possono riparare un prato danneggiato.

Un episodio di siccità o al contrario troppa pioggia, troppa ombra o calpestio dovuto alla pratica di uno sport… I prati sono a volte trattati male e hanno bisogno di un piccolo lifting per riacquistare il loro bellissimo aspetto di un tappeto verde omogeneo e denso. Facile da implementare: la tecnica di overseeding ti aiuterà.

Quali sono le cause del degrado dell’erba?

La siccità causa molti problemi: il prato ingiallisce, ha dei buchi, il terreno è compattato.

L’ombra intensa o un pH troppo acido porta allo sviluppo di muschi, queste piante pioniere prendono rapidamente il sopravvento sull’erba che compone il prato.

Attività come lo sport, la camminata intensiva su sentieri erbosi o aree abitative, ma anche animali domestici o selvatici (cinghiali, talpe…) causano gravi danni al prato.

Quando devo riparare il mio prato?

L’autunno è il momento migliore per riparare il prato, poiché le piogge sono frequenti e il terreno è ancora caldo. Il tuo prato sarà perfetto in primavera.

In primavera, la crescita è rapida ma dovrai assicurarti di annaffiare bene se non piove.

Come riparare il tuo prato?

Macchie nude, invasione di muschio o troppa usura dovrebbero essere trattati caso per caso al fine di ripristinare l’erba.

Riparare piccoli punti radi: se il prato ha buchi o aree molto radi, allentare il terreno grattando la superficie con un gancio o una zappa.

Rimuovere pietre, radici e ramoscelli e spargere terriccio di qualità sull’area.

Stendere e cospargere i semi, quindi schiacciare con il dorso del rastrello per far aderire il seme al terreno. Insistere bene sui bordi della patch in modo che il prato sia omogeneo.

Hai la possibilità di seminare semi rivestiti. Hanno il vantaggio di contenere fertilizzanti e micorrize per una crescita ottimale, ma anche per respingere uccelli e formiche.

Lotta contro il muschio

Cause:

Un prato troppo ombreggiato è spesso colonizzato dai muschi perché sono piante pioniere che diventeranno rapidamente la specie predominante se non si fa nulla per eliminarle.

Quando il pH del terreno è troppo acido, anche il muschio tende a svilupparsi in eccesso. Un rivestimento di carbonato di calcio e carbonato di magnesio correggerà questo fenomeno.

Come procedere?

Applicare un anti-muschio selettivo per i prati.

Attendere che il muschio si sia annerito, quindi scarificare l’area per rimuovere tutto il muschio.

Coprire il terreno lasciato nudo dalla rimozione del muschio e dalla scarificazione con terriccio di qualità mescolato con compost maturo.

Seminare il prato in passaggi incrociati e  poi rotolare per tamponare e tenere il seme in posizione.

Riparazione di  aree altamente utilizzate

Cause:

Alcune aree potrebbero essere state scavate da cinghiali o cani.

Le talpe sono più attive in primavera e in autunno. Sono molto utili per l’ecosistema del giardino, arieggiano il terreno rendendolo permeabile all’acqua e all’aria, divorano lumache, larve di insetti (falene, coleotteri, wireworms…) e non si nutrono mai di radici. Per riparare un prato danneggiato da talpe, non riempire immediatamente i buchi causati dalle talpe perchè ciò causerebbe nuove apparizioni. Aspetta una settimana e fai scivolare nei buchi gli spicchi d’aglio sbucciati o il letame di sambuco per spaventarli.

Su aree spesso calpestate l’unica soluzione è seminare un seme specifico per lo sport o i parchi giochi, composto da erbe che tollerano bene il calpestio.

Come procedere?

Solo le erbacce (erbe indesiderabili) tendono a crescere bene nelle aree utilizzate.  Applicare un diserbante specifico con uno spruzzatore sulle erbacce e lasciare agire il prodotto.  Scarificare l’area con un  rastrello scarificatore e rimuovere il materiale vegetale.  Livellare con un rastrello prima di spargere terriccio orticolo dove c’erano le erbacce. Applicare i semi sulla zona, compattarla con un rullo e annaffiarla leggermente.

La maggior parte dei giardinieri affronta tutti i giorni questo tipo di problemi! Tu devi solo attuare i nostri consigli e applicare i corretti prodotti per restituire al tuo prato il suo bell’aspetto: verde, omogeneo e fitto.

3 min per leggere
Condividi