2 min per leggere
Condividi

Sapevi che le carote non sono sempre state arancioni come lo sono oggi? In realtà, erano bianche e spesso venivano confuse con le rape. Oggi sono disponibili anche gialle, rosse e viola. La carota viola ha molti benefici ed è molto dolce. Che ne dici di piantare una di queste varietà? 

Ricca di beta-carotene, che la rende un antiossidante, rallenta l’invecchiamento della pelle e ne migliora la qualità. Rafforza anche la resistenza ai raggi solari e dona un bagliore sano alla pelle.

Coltivazione

Per carote saporite, piantale al sole. Prepara il tuo terreno in anticipo: terreno ben drenato, senza pietre, terreno leggero e terreno che è stato nutrito prima della semina per garantirne la qualità. Le carote amano anche il terreno leggermente sabbioso.

Le carote possono essere piantate in pieno inverno sotto un telone o un tunnel, ma idealmente dovrebbero essere piantate da marzo a luglio nel terreno.

Quando pianti i semi in fila, non esitare a mescolarli con la sabbia.

Cura

Dopo che le prime foglie emergono, puoi iniziare a diradare e distanziare le piante in modo che la crescita non sia ostacolata. Regola le distanze in base al tipo di carote.

Innaffia regolarmente per evitare un terreno troppo asciutto. Zappa e pacciame per proteggere dalle erbacce.

Il parassita più pericoloso per le carote è la mosca della carota. Le larve di colore giallastro attaccano la carota dalle radici. Ecco perché il pacciame è necessario in un orto.

Raccolto

La raccolta avviene da luglio per le prime piante e si estende fino a novembre. Alcuni raccolti possono anche essere fatti all’inizio della stagione, in aprile e maggio, per le carote precoci.

Ricordati di ruotare le verdure durante la stagione successiva, non ripiantare le carote nello stesso posto al fine di migliorare la qualità del tuo terreno.

2 min per leggere
Condividi